Depurare l’acqua e risparmiare grazie alla natura

L’Ufficio di coordinamento degli affari umanitari dell’ Onu (Ocha) ha stilato di recente un rapporto che parla molto chiaro: circa 1,1 miliardi di persone non ha accesso all’acqua potabile. Si tratta dei paesi più poveri, ma la soluzione proposta dallo stesso Istituto fa riflettere su un aspetto importante, collegato alla possibilità di risparmiare acqua, depurandola e rendendola quindi accessibile a tutti.

Il segreto è nella Moringa oleifera, pianta che cresce prevalentemente nella fascia fascia tropicale ed equatoriale del pianeta che possiede dei semi dalle forti capacità depurative, capaci quindi di risolvere buona parte dei problemi di siccità e di potabilità dell’acqua, soprattutto in alcuni paesi. Una possibilità rispetto al riciclo d’acqua e al risparmio su essa.

E’ ovvio che si tratta di casi in cui il consumo è a breve termine e di situazioni in cui c’è un effettiva emergenza di acqua potabile, ma l’idea è senza dubbio vincente: dalla natura infatti arriva il maggiore sostegno e anche la soluzione più giusta non solo al problema dell’acqua di alcuni paesi, ma anche alla possibilità di risparmio idrico non indifferente.

Sarebbe quanto mai interessante analizzare le condizioni di alcune piante (anche nei nostri territori) e dei semi che le compongono per capire come utilizzarle al meglio allo scopo di riciclare una sostanza come l’acqua, il cui riciclo e il cui risparmio diventano sempre più importanti se non urgenti.

Share

Archiviato in: Riciclo

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

MOQU ADV Srl P.I. 06287670480