Uno smartphone lowcost? C’è lo smartwatch

Con i cellulari di nuova generazione il telefonino ha soppiantato la macchina fotografica, l’agenda, lo walkman e tanti altri oggetti, alcuni dei quali sono addirittura spariti dall’uso comune. Con l’avvento delle app poi, lo smartphone è diventato uno strumento irrinunciabile, forse troppo. Sembra che ora sia destino che il cellulare soppianti anche il vecchio orologio da polso, o meglio che l’orologio da polso prenda il posto dello smartphone:  è nato infatti lo smartwatch, il nuovo oggetto mai-più-senza tanto di moda tra i geek statunitensi.

La Sony proprio di recente ha lanciato la sua personale versione: un minuscolo terminale che si collega ad uno smartphone Android; touchscreen OLED da 1,3 pollici, risoluzione di 128×128 pixel e ancora, la possibilità di rispondere alle telefonate via headset, visualizzazione delle notifiche di SMS, email e calendario, lettore musicale e integrazione con Facebook e Twitter. Si possono scaricare app da Google Play e la batteria interna riesce a garantire 3-4 giorni di uso. Il prezzo? Soli 150 dollari. Oltre alla Sony, anche altre società si sono date al mercato degli smartwatch, come ad esempio laTexas Instruments o la InPulse; chissà che anche la Apple non si butti in questo campo per i futuri prodotti. Noi intanto aspettiamo che arrivi in Italia, sperando che non applichino prezzi maggiorati rispetto a quelli degli USA.

Share

Archiviato in: CellulariPC

Tags: , , , , , , ,

MOQU ADV Srl P.I. 06287670480